usare deodorante

Come si usa il deodorante? La domanda non è banale: in molti sbagliano

Come si usa il deodorante? La risposta a questa domanda è molto importante e non è banale come potrebbe in apparenza sembrare. L’odore sgradevole del sudore sotto le ascelle infatti non è un problema che riguarda solamente chi non usa il deodorante giusto o sceglie quello sbagliato. Un recente studio dell’International Hyperhidrosis Society ha scoperto il segreto per far durare la sensazione di fresco e pulito sotto le ascelle più a lungo. Secondo la conclusione di questi studiosi sarebbe meglio applicare il deodorante la sera sulla pelle asciutta, preferibilmente subito dopo la doccia. L’azione degli antitraspiranti a base di sali di alluminio al mattino, infatti, sarebbe limitata. Per ottimizzare l’efficacia del deodorante sarebbe utile strofinare l’ascella con un asciugamano pulito e asciutto per dare modo agli agenti antitraspiranti di penetrare nelle ghiandole sudoripare e neutralizzare il problema. Eventuali docce successive li elimineranno solo in superficie. E’ su questo che si basa l’efficacia per 24 ore promossa da alcuni deodoranti.

usare deodorante

Ma il vero segreto per assicurarsi l’efficacia del deodorante anche a distanza di ore è quello di scegliere deodoranti naturali, senza alcol e senza alluminio. Nell’e-shop relessere si trovano solo prodotti di alta qualità per l’igiene e la cura della pelle: i deodoranti naturali assicurano la massima efficacia a qualsiasi ora e hanno il vantaggio di neutralizzare i cattivi odori senza bloccare la traspirazione della pelle. Nei deodoranti naturali l’effetto deodorante è garantito dai principi attivi ad azione antienzimatica e delicatamente astringente e dalle proprietà assorbenti dei sali di zinco.

Non tutti i deodoranti poi, anche limitando l’analisi ad una sola marca o azienda, sono uguali: la scelta andrebbe studiata anche sulla base dell’età e del tipo di pelle e di sudorazione. In particolare bambini e adolescenti hanno bisogno di deodoranti specifici, delicati i primi e studiati per la sudorazione acre tipica del periodo della pubertà i secondi.

Approfondisci

Massaggio di primavera: ecco come far rifiorire il benessere

Il corpo ha bisogno di essere rigenerato ad ogni cambio stagione. L’arrivo della primavera è quindi un’occasione per concedersi perfetta un massaggio e recuperare le energie dopo “il letargo” invernale a cui il fisico è stato sottoposto. La vitalità fa posto al torpore nell’aria così come dentro di noi.

Come deve essere un massaggio idoneo a preparare il corpo alla primavera? Rilassante si ma non troppo nel senso che deve soprattutto energizzare e risvegliare i sensi. E visto che con l’arrivo della bella stagione ci si scopre di più è bene anche pensare a massaggi linfodrenanti, modellanti e rassodanti.

La scelta degli oli essenziali per il massaggio resta molto personale e legata ai gusti soggettivi. Sicuramente sono indicate per la primavera tutte le fragranze floreali, che richiamano i profumi della bella stagione: lavanda e gelsomino ad esempio vi trasporteranno virtualmente nei prati di campagna. Anche le essenze fruttate, e in particolare quelle agrumate, sono indicate perché hanno un effetto energizzante.

Dopo aver scelto l’olio da usare per i massaggi cercate di creare la giusta atmosfera per predisporre il corpo e la mente a questo momento di relax. Come?

massaggio-primavera

Usate un diffusore di essenze per l’ambiente e create un’atmosfera soffusa con luci e candele rilassanti. I prodotti in vendita nell’e-shop Relessere sono indicati sia per i professionisti del settore (massaggiatori, estetiste etc) e sia per chi vuole concedersi questo momento di relax in casa. Ordinate il vostro olio essenziale e le candele per ambienti che preferite ora che l’inverno si sta chiudendo in modo da arrivare pronti alla primavera quando busserà alla vostra casa. La scelta di profumi e tipologie di candele è ampia e in grado di assecondare qualsiasi preferenza.

Sul calendario la primavera sta per arrivare: non dimenticate di aprirle le finestre e farla entrare in casa vostra ma anche dentro di voi.

Approfondisci

Lavare i capelli: abbiamo sempre sbagliato tutto?

Siete sicure di sapere come lavare i capelli bene? Quasi tutte le donne (e non solo) dedicano grande attenzione alla cura dei capelli. Eppure anche in questa abitudine quotidiana si commettono errori impensabili, condizionati da consuetudini sociali ormai consolidate nel tempo.

Sapete ad esempio con che frequenza bisognerebbe lavare i capelli? Non esiste una risposta valida in assoluto a questa domanda. La cosa importante è osservare la tendenza del cuoio capelluto: capelli ricci e spessi possono richiedere lavaggi meno frequenti (anche uno o due a settimana) mentre se i capelli sono sottili o tendono ad ingrassarsi facilmente potrebbe in effetti essere necessario lavarli tutti i giorni. Soprattutto in quest’ultimo caso però diventa fondamentale usare uno shampoo naturale e non aggressivo per non rischiare di rovinarli. E a proposito di shampoo, ci sono anche correnti di pensiero che propongono di non usarlo affatto.

lavare-capelli

A ben vedere quella di usare lo shampoo è un’abitudine relativamente recente anche se, ammettiamolo, chi ci rinuncerebbe oggi? Eppure qualche esperimento in questo senso è stato fatto. Anche chi propone di lavare i capelli senza shampoo però non mette in dubbio l’utilità del balsamo per districare i nodi e rendere i capelli più morbidi e fluenti. Ma anche sull’uso del balsamo ci sono scuole di pensiero alternative: la teoria del reverse care (o reverse shampoo) consiglia di applicare il balsamo, o qualsiasi altro prodotto nutriente per i capelli, prima dello shampoo e non dopo come solitamente si fa. Questa pratica sarebbe consigliata soprattutto per chi ha capelli fini o che tendono ad ingrassare: lavarli più volte dopo l’applicazione del balsamo infatti servirebbe ad eliminare bene i residui di prodotto.

Qualunque sia la tecnica che si sceglie per lavare i capelli, è fondamentale l’utilizzo dei prodotti giusti. Nell’e shop Relessere potete trovare un’ampia selezione di shampoo, balsamo, lozioni nutritive e maschere per capelli delle migliori marche che utilizzano ingredienti naturali.

Approfondisci

Shower gel da bagno: le migliori essenze da mettere nella valigia

Ormai quasi tutti gli hotel e gli alloggi in genere offrono ai propri clienti campioni di shampoo e shower gel. Certo si tratta di una soluzione pratica quando arrivate in hotel dopo un volo e non avete fatto in tempo a comprare shampoo e bagnoschiuma.

Tuttavia soprattutto ad esempio chi viaggia spesso per lavoro, dovrebbe guardare alla composizione di questi prodotti. Oggi infatti si trovano in commercio gel shower e bagnoschiuma di qualità in pratiche confezioni da viaggio. Prodotti per l’igiene monodose o pensati per due o tre utilizzi al massimo. In questo modo non ci si deve accontentare di prodotti industriali e scadenti neppure in viaggio o in vacanza: è come portare in valigia una piccola spa. Queste confezioni di shower gel piccole sono perfette anche come idea regalo, magari mescolando più fragranze diverse. E anche per chi ama cambiare profumazione le bottigliette di shower gel piccole sono la soluzione ideale.

shower gel viaggio

Quali essenze scegliere? La scelta nell’e-shop Relessere è ampia. Molto dipende ovviamente dalle preferenze personali. Vediamo le profumazioni per bagnoschiuma da viaggio più richieste.

Un classico dei sapori mediterranei è lo shower gel all’olio d’oliva, apprezzato per le sue proprietà emollienti e nutrienti. Deterge e tonifica la pelle delicatamente.

Tra i prodotti più apprezzati per la cura del corpo e della pelle ci sono quelli all’aloe vera: il gel di questa pianta ha numerosi effetti benefici sulla pelle.

Se cerchi uno shower gel rinfrescante ti consigliamo il bagnoschiuma alla menta e basilico.

Un altro classico intramontabile è lo shower gel alla lavanda. Il profumo è delicato e richiama alla mente le distese floreali tipiche della Provenza trasformando il momento della doccia in un viaggio nei sensi.

Con queste essenze è impossibile sbagliare. E perché non ordinarne diverse per un’idea regalo utile per chi viaggia e sicuramente gradita?

 

Approfondisci

Igiene intima e ovaio policistico: il falso pepe amico delle donne

E’ conosciuto anche come “falso pepe” per via della forma dei suoi frutti, ma il nome scientifico dell’agnocasto è Vitex agnus-castus. Comunque lo si voglia chiamare è bene conoscere le proprietà di questa pianta amica delle donne. E’ prima di tutto un prodotto naturale adatto all’igiene intima per via degli effetti anti arrossamento e lenitivi. Visto che non altera la flora batterica fisiologica, conferendo al tempo stesso una sensazione di fresco, viene usato come ingrediente per detergenti intimi e deodoranti.

Ma non solo: contiene glicosidi iridoidi come agnoside ed acubina, alcaloidi come la vaticina e infine flavonoidi, quali vitexina, isovitexina e casticina, che riducono prolattina e FSH e aumentano LH, agendo direttamente sull’ipofisi. Per questa caratteristica unica, l’agnocasto è un rimedio naturale usato per regolarizzare il ciclo mestruale. Ne viene consigliata l’assunzione alle donne che soffrono di sindrome dell’ovaio policistico. L’agnocasto è quindi un rimedio per tutte le conseguenze indesiderate della PCOS: ciclo irregolare e difficoltà a rimanere incinta ma anche irsutismo, acne e caduta dei capelli.

Pare inoltre che i frutti abbiano anche una, seppur leggera, azione sedativa, ideale a calmare i dolori dell’ovulazione o lo stress degli sbalzi ormonali dovuti alla menopausa.

agnocasto igiene intima

Proprio per via dei suoi effetti sulla regolarità del ciclo, l’agnocasto è storicamente anche connesso alla fertilità. Studi scientifici, evidenziando gli effetti del rilascio di prolattina, hanno confermato questa convinzione popolare.

L’agnocasto si trova abbastanza facilmente in Italia: questa pianta arbustiva è infatti tipica delle aree mediterranee. Cresce soprattutto nelle zone umide.

Prima dell’assunzione è sempre bene sentire il parere del medico curante per escludere effetti collaterali. Va evitato ad esempio se si assumono prodotti antico concezionali o in gravidanza (l’intervento nella sfera ormonale può compromettere il regolare sviluppo del feto).

Non sorgono invece problemi di sorta nell’utilizzo di prodotti naturali che hanno come ingrediente base l’agnocasto, quindi detergenti intimi, deodoranti e integratori.

Dalle premesse fatte è chiaro perché il falso pepe sia considerato una pianta femminile. Tuttavia non mancano ipotesi in cui anche l’uomo può trarne beneficio, ad esempio per combattere l’insonnia e lo stress o nei, seppur rari, casi di iper-produzione di prolattina.

 

Approfondisci

Pelle screpolata dal freddo: coccola i bambini con il burro di karitè

Stai cercando un alleato naturale per proteggere la pelle del tuo bambino screpolata dal freddo e dal vento in questi rigidi giorni di inverno? Scopri le proprietà del burro di karitè, un vero e proprio prodotto miracoloso offerto dalla natura, un po’ come l’aloe vera. Non tutti sanno che il burro di karitè funziona come anti-batterico, anti-infiammatorio, emolliente, lenitivo, anti-rughe e nutriente per la pelle.

Il burro di karitè è un prodotto naturale che viene estratto, spesso a mano, dalla noce dell’albero di Mangifolia, che cresce in Africa. La polpa del frutto raccolto viene essiccata o arrostita poi il burro viene fuso, per separarlo del tutto dai residui del guscio, e infine solidificato. La riscoperta delle proprietà del burro di karitè ha fatto si che venga usato anche in alcuni prodotti cosmetici naturali.

Perché è consigliata l’applicazione del burro di karitè sulla pelle dei bambini, soprattutto in inverno? Soprattutto perché è lenitivo e quindi la idrata se è screpolata. Basti pensare che in alcune tribù indigene dell’Africa, il burro di karitè viene usato per evitare infezioni sulla pelle dei bambini dopo alcuni riti sacrificali che comportano abrasioni. Questo estremo serve a farci capire quanto il burro di karitè possa essere idratante in caso di screpolature ma anche, per esempio, per gli eritemi da pannolino.

burro-karite

Se state cercando un prodotto naturale appositamente studiato per la pelle dei più piccoli e che contenga burro di karitè, ma che al tempo stesso sia contenuto in una confezione pratica, nell’e-shop di Relessere.it il balsamo per naso e labbra prodotto da Bema Cosmetici e tanti altri prodotti. Il balsamo Bema Cosmetici per naso e labbra screpolate a base di burro di karitè crea una barriera efficace contro le irritazioni da vento ma senza occludere i pori. Si presta bene anche per l’idratazione delle narici in caso di sfregamento da fazzoletti quando il bambino ha il raffreddore. Il balsamo Bema Cosmetici contiene inoltre olio di ricino, estratto di brassica, cera vegetale estratta dall’euforbia e vitamina E.

Approfondisci

Come scegliere il colluttorio e perché è importante per l’igiene orale

Il colluttorio è un prezioso alleato dell’igiene orale fin dai tempi antichi eppure ancora oggi troppe persone ne ignorano o sottovalutano l’importanza e commettono errori gravi nella scelta. I Greci era soliti usare latte d’asina come collutorio naturale, mentre i Romani ritenevano che addirittura l’urina umana potesse essere usata come disinfettante per l’igiene della bocca (per via della presenza di ammoniaca) o, non di rado, usavano il vino bianco per gli sciacqui. I primi colluttori vennero realizzati con una miscela di dentifrici grezzi. Nel tempo ovviamente si è cercato di lavorare sul gusto per rendere l’uso del colluttorio più gradevole.

collutorio_sciacqui

Usare il colluttorio è semplice: si versa nel misurino fornito e si sciacqua vigorosamente per almeno 30-60 secondi l’interno della bocca per poi espellere il liquido senza ingerirlo. C’è chi lo usa prima di spazzolare i denti e chi invece preferisce fare gli sciacqui dopo anche se questa seconda abitudine sembra da preferire per dare più tempo al colluttorio di agire. Ma come scegliere il colluttorio giusto? In commercio oggi se ne trovano di diversi tipi e gusti. La prima regola che ci sentiamo di suggerire è quella di optare per colluttori naturali, privi di alcol. Quelli industriali della grande distribuzione contengono spesso una percentuale del 20-30% di alcol e per questo possono bruciare in bocca e causare piaghe nel lungo periodo.

Bergaseed collutorio di Bioearth è un prodotto naturale e non aggressivo: non contiene alcol e non macchia i denti. E’ composto esclusivamente da componenti vegetali e naturali e svolge un’azione lenitiva e calmante sulle gengive. Gli ingredienti sono: essenza deterpenizzata di bergamotto, oli essenziali di timo, limone, arancio dolce, aloe vera e mentolo. La stessa azienda produce anche un altro colluttorio con Bergaseed (oli essenziali di bergamotto, arancio dolce, limone e timo) contenente aloe vera (lenitiva) e olio essenziale di mentolo (rinfrescante).

Approfondisci

Cura del corpo: i prodotti naturali giusti per coccolare i piedi

La cura del corpo va dai capelli ai piedi. Ogni parte del nostro organismo va trattata con amorevolezza per una questione estetica ma anche, e prima di tutto, di salute. Oggi vediamo proprio come coccolare i piedi per un benessere non solamente locale ma diffuso. A chi non è capitato di sentire i piedi gonfi e affaticati dopo una giornata passata in piedi? Le linee di prodotti naturali per la cura del corpo offrono spesso articoli appositamente pensati per i piedi. Questi ultimi vanno mantenuti freschi e lisci.

cura-piedi

La mattina e la sera si consiglia di applicare sui piedi deodoranti specifici per neutralizzare i cattivi odori. Non solo: i deodoranti naturali per i piedi trasmettono una piacevole azione balsamica e una protezione antibatterica. Prendersi cura di questa parte del corpo con un deodorante apposito non serve solo a limitare un possibile disagio: una corretta igiene personale dona una sensazione di immediata leggerezza. E’ importante che questi prodotti di igiene naturale, quelli per i piedi così come per la cura del corpo in generale, siano privi di alcol e sali di alluminio. E’ importante ricordare che i deodoranti, tutti quelli per il corpo, non devono interferire con la naturale flora della pelle o limitarsi a coprire gli odori cattivi, ma devono lasciare la pelle libera di traspirare in modo naturale. Se il pediluvio è un lusso in termini di tempo, nel quotidiano concedetevi comunque un massaggio ai piedi fai da te lampo. La sera, prima di mettervi a letto, spalmate con delicatezza ma al tempo stesso con vigore, una crema per i piedi dalle proprietà vaso protettrici. L’effetto è duplice: da un lato si favorisce il riassorbimento dei liquidi in eccesso e dall’altro si combatte la fragilità capillare. Questi prodotti per la cura del corpo, e in particolare dei piedi, sono di solito a base di mirtillo e ippocastano ma anche di mentolo e aloe vera in gel

Approfondisci

Prodotti di bellezza bio: come scegliere le maschere per capelli

Parliamo di prodotti di bellezza bio e, in particolare, di articoli per la cura dei capelli: come scegliere la maschera giusta per il cuoio capelluto? Non esiste una risposta univoca a questa domanda: proprio come avviene per i prodotti di bellezza specifici per la pelle, la scelta dipende molto dalle esigenze personali e, in questo caso, dal tipo di capello. Di certo esistono dei parametri consigliabili per tutti: la prima regola è acquistare prodotti di bellezza naturali, privi di parabeni, siliconi o conservanti che ingannano danno una maggiore profumazione al prodotto ma possono essere dannosi per la salute. In commercio esistono diversi tipi di maschere per capelli in base alla struttura del capello.

prodotti-bellezza

Se il problema sono i capelli crespi e difficili da pettinare ad esempio è indicata una maschera nutriente a base di burro di karitè, estratto di ginseng e olio di girasole per ridare morbidezza e sciogliere i nodi. Tra i prodotti di bellezza bio per capelli trattati e colorati ci sono anche maschere e lozioni all’aloe vera e proteine del grano per mantenere lucentezza. Se invece i capelli sono grassi e tendono alla forfora si consiglia una crema purificante, sempre naturale. Gli ingredienti indicati per questo tipo di problema sono l’olio di malaleuca e l’estratto di rosmarino, nonché l’estratto di salvia e di eucalipto che donano sollievo in caso di prurito in testa. Un altro problema tipico dei capelli è lo stress, che può portare alla lunga ad indebolimento e caduta. E’ il caso ad esempio degli sportivi che sottopongono il cuoio capelluto a lavaggi frequenti o all’azione di vento e cloro. I prodotti di bellezza per capelli sfibrati o tendenti alla caduta contengono estratto di ginseng e vitamina B3, sostanze dalle proprietà energizzanti e rivitalizzanti. Come si può facilmente concludere la scelta di prodotti di bellezza bio per i capelli è ampia e varia in base al problema a cui si vuole apporre rimedio.

Approfondisci

Saponi naturali: le saponette da massaggio ai fanghi termali

Sapevate che i saponi naturali possono essere anche degli ottimi strumenti di massaggio fai da te? Una bella notizia soprattutto per chi fa una vita sedentaria e alla sera sente sempre le gambe stanche e appesantite. Questo è un rimedio naturale ed economico per favorire la circolazione e coccolarsi un po’ con una spa in casa. Guida alla saponette del benessere: ecco dove comprarle, quanto costano, come sceglierle e come usarle.

Le saponette ai fanghi termali pensate per il massaggio si riconoscono a prima vista per la forma particolare. Le sfere sporgenti servono a creare un massaggio tonificante, purificante e levigante. Agendo sulla circolazione sanguigna aiuta a stimolarla in modo naturale.

sapone-massaggio-termale

I fanghi termali fanno di questi saponi naturali un prodotto di igiene personale particolarmente indicato per pelli miste e grasse. Questi saponi naturali contengono al loro interno finissimi microgranuli con efficacia addolcente che aiutano ad eliminare le impurità.

Se vi state chiedendo come usare questi saponi naturali per i massaggi sappiate che è estremamente facile: basta massaggiare le sfere della saponetta sulla pelle umida di viso e corpo con movimenti circolari fino a quando non si forma la schiuma. A questo punto risciacquare bene con abbondante acqua tiepida. I benefici saranno visibili già dopo i primi giorni di applicazione. L’effetto è implementato se questi saponi naturali vengono abbinati a scrub naturali, a massaggi drenanti e anti cellulite professionali e ovviamente anche un’alimentazione appropriata ed uno stile di vita sano. In particolare bisogna ricordarsi di bere molta acqua, di ridurre drasticamente il sale in cucina e di camminare con costanza per almeno mezz’ora al giorno ad un ritmo medio-alto. E’ chiaro che la scelta dei saponi naturali di questo tipo è fondamentale per la loro efficacia. Si consiglia di abbinare ai fanghi termali le proprietà della citronella, che contribuisce ad riequilibrare l’idratazione della pelle.

Approfondisci