Diffusore aromi, scopri come si usano quelli con i bastoncini

Tra i diffusori per aromi, quelli con i bastoncini sono per molti versi i più semplici da usare e presentano indubbiamente molti vantaggi oltre a quello economico. L’utilizzo è molto semplice: basta scegliere l’essenza preferita per diffonderla nell’ambiente in modo naturale e delicato. Per questo motivo questi profumatori sono molto gettonati come alternativa ai deodoranti per ambienti spray di tipo industriale. Sono più economici, durano nel tempo e non inquinano. Molti usano anche i diffusori elettrici che permettono comunque di scegliere aromi delicati. Tuttavia i diffusori a bastoncino, non avendo bisogno di essere collegati ad una presa elettrica, hanno dalla loro la praticità di poter essere posizionati ovunque, anche distanti dalla corrente. Si possono anche spostare a proprio piacimento in modo facile a seconda delle esigenze. Basta infatti mettere i bastoncini nel flaconcino e lasciare che assorbano l’essenza profumata per poi rilasciarla delicatamente nell’ambiente circostante. Il rilascio sarà graduale e senza alcun spreco di consumi.

Diffusore_aromi

I flaconcini con i bastoncini sono inoltre i più economici tra i diffusori di aromi e di sicuro anche questo contribuisce alla loro diffusione su larga scala. Belli esteticamente, possono rappresentare anche complementi d’arredo non ingombranti che si adattano a tutti gli stili di arredamento. Il rilascio dell’essenza avviene in maniera graduale quindi il liquido dura a lungo. Il consiglio per un uso ottimale è quello di girare periodicamente i bastoncini per fare in modo che si impregnino a fondo del profumo lungo tutta la loro lunghezza dilatando così al massimo l’effetto. La fragranza diventa gradualmente più tenue fino a scomparire al suo esaurimento. A questo punto è possibile sostituire l’aroma ricomprando direttamente le ricariche per diffusore e senza bisogno di cambiare anche il flaconcino. In questo modo non ci si stanca del profumo scelto ma senza sprechi. In commercio infatti esistono tantissime profumazioni floreali o di frutta tra cui scegliere.

Approfondisci

Olio essenziale alla lavanda: le proprietà del suo profumo

Tra i profumi per ambienti noti in aromaterapia, l’olio essenziale alla lavanda è probabilmente il più diffuso. Le sue proprietà per la salute e la bellezza sono non a caso conosciute già in epoca antica. L’olio di lavanda si ottiene dalla Lavandula angustifolia, un arbusto sempreverde e perenne di piccole dimensioni che appartiene alla famiglia delle Labiate. Esistono in natura diverse varietà di lavanda anche se la più famosa in assoluto è sicuramente quella provenzale, con il caratteristico fiore lungo composto di spighe dalle tonalità blu e violacee. Nei diffusori ambientali basta una goccia di olio essenziale alla lavanda per ogni mq di superficie da coprire. Oltre al profumo naturale e delicato, sono molti i benefici che si possono trarre da questo aroma diffuso nell’ambiente.

olio essenziale lavanda

La lavanda è infatti insieme un rimedio naturale rilassante, rigenerante, riequilibrante, calmante e antidepressivo. E’ inoltre una soluzione naturale per combattere problemi di insonnia: basta lasciarne cadere qualche goccia sul cuscino per assicurare un buon riposo di notte. Questo rimedio è indicato anche per i bambini. La stessa tecnica si usa per mantenere fresca e profumata la biancheria. L’olio essenziale estratto dalla pianta della lavanda stimola il sistema nervoso centrale esercitando un’azione tonica e sedativa al tempo stesso. A favorirne la diffusione su larga scala è anche la mancanza di controindicazioni nell’uso e la bassissima tossicità. Mai come in questo fiore l’aromaterapia va a braccetto con la cromoterapia: oltre ai benefici del profumo di lavanda infatti anche il suo colore possiede importanti proprietà benefiche per gli occhi e per la mente. Se volete usare l’olio essenziale di lavanda in casa potete anche miscelarlo con altre essenze, come ad esempio quella di limone e di pompelmo: ogni sei gocce di lavanda se ne possono aggiungere in media due-tre di agrumi per rendere il profumo più energizzante.

Approfondisci

Profumatori per ambienti: la scelta giusta per ogni stanza

I profumatori per ambienti sono un ottimo modo per ricreare in una stanza il profumo della natura che più si gradisce. E’ possibile in pochi secondi trasformare la cucina in un campo di lavanda, il bagno in un cespuglio di muschio bianco, la camera da letto in un’isola tropicale e così via. Molto dipende ovviamente anche dai gusti personali di chi vi abita ma è intuitivo che ci sono profumi più o meno adatti in base all’ambiente.

profumatori ambienti

I più richiesti sono in genere quelli delicati e non troppo forti, come appunto la vaniglia, il gelsomino, la lavanda e il muschio bianco. Sono essenze dolci che personalizzano l’ambiente rendendolo ancora più piacevole e accogliente. Per chi cerca qualcosa di più deciso consigliamo invece la cannella, il limone o i fiori asiatici. Tuttavia se si tratta di una stanza in affitto o di un esercizio commerciale è sempre meglio mantenersi su odori neutri che possano piacere a tutti. Il profumatore di ambienti ha un grande vantaggio, ovvero quello di cambiare l’aroma nel diffusore in base alle stagioni o agli stati d’animo nel momento. E’ un po’ come viaggiare e teletrasportarsi nell’ambiente naturale desiderato semplicemente cambiando la fragranza tramite i bastoncini che solitamente sono dati in dotazione. L’utilizzo è estremamente semplice: più si immerge il bastoncino nel flacone e maggiore sarà l’intensità della fragranza sprigionata nell’ambiente circostante. La durata dipende dalla grandezza della stanza ma anche dalla qualità delle essenze: per questo motivo risparmiare per prodotti economici ma di dubbia fattezza non serve. Non si otterrà la stessa gradevolezza nell’aria e inoltre il profumo sparirà più velocemente. Per evitare sprechi è utile il contagocce. Se il profumatore è posto a vista si consiglia inoltre di scegliere diffusori per ambienti eleganti che possano funzionare anche come complemento d’arredo. Se ne trovano di diverse linee, moderne o classiche.

Approfondisci